Filiere produttive

Operazione 16.2.1. Attuazione di progetti pilota nel settore forestale


Bando n. 03/20

Scadenza: 5 Ottobre 2020

Obiettivo del bando è il sostegno a forme di cooperazione costituite da soggetti operanti a vario titolo nel settore forestale e dell’artigianato correlato, volte a sperimentare progetti pilota di filiera con l’obiettivo di valorizzare il patrimonio boschivo locale, attraverso un utilizzo non finalizzato esclusivamente alla produzione di energia, costruendo modelli di aggregazione multi settoriale da promuovere anche al di fuori del territorio.

L’attività di cooperazione si propone di testare forme di gestione e di meccanizzazione forestale che possano essere successivamente adottate e/o coinvolgere altri soggetti professionali ad oggi non coinvolti nel gruppo di cooperazione.

NOTA

A seguito di un confronto con Regione Piemonte e Arpea è stato definito che le attività svolte dai partecipanti ai gruppi di cooperazione senza pagamento di denaro sono considerate rimborsabili solamente se rendicontate tramite tabelle standard di costi unitari, di cui alla lettera b paragrafo 1 dell’art. 67 Reg. (UE) 2013-2013, ed esclusivamente nelle tipologie e nei casi di seguito riportati:  
  • Titolari e amministratori di imprese che svolgono prestazioni individuali riconducibili alla qualifica di un libero professionista (CASI CUI SI APPLICA L’UCS di 27,5 €/h).
La documentazione giustificativa prevista è la seguente: Copia di tutti i time sheets a cadenza mensile firmati dal lavoratore. In questa casistica rientrano anche i titolari e amministratori di imprese che hanno svolto all’interno del gruppo di cooperazione attività di animazione, coordinamento, gestione e promozione del progetto.  
  • Titolari e amministratori di imprese agricole e forestali che svolgono prestazioni individuali riconducibili alla qualifica operai agricoli o forestali (CASI CUI SI APPLICANO le UCS di 14,38 €/h o di 19,54 €/h).
La documentazione giustificativa prevista è la seguente: Copia di tutti i time sheets a cadenza mensile firmati dal lavoratore. Il rimborso dei costi sostenuti senza pagamento di denaro si applica esclusivamente alle microimprese come definite nella Raccomandazione della Commissione 6 maggio 2003, n. 2003/361/CE.   Per tutte le altre casistiche che esulano dai costi standard sopra indicati, è comunque possibile rendicontare il lavoro svolto dai titolari e dagli amministratori delle impese sulla base del costo medio orario calcolato con riferimento alla media del settore di competenza ma, in questo caso,  le prestazioni, per poter essere rendicontate, dovranno obbligatoriamente essere eseguite con pagamento di denaro e comprovate da documentazione contabile e fiscale equivalente.

Beneficiari