Turismo sostenibile

Operazione 6.2.1. – Aiuti all’avviamento di attività imprenditoriali per attività extra agricole nelle zone rurali


Bando n. 02/2018

Scadenza: 6 Luglio 2018

Il presente bando sostiene l’avvio di nuove attività extra-agricole, attive nei diversi settori dell'economia rurale. A differenza di quanto previsto per gli ambiti tematici “Filiere e sistemi produttivi” e “Servizi pubblici essenziali”, l’intervento attivato nell’ambito “Turismo sostenibile”  si incentrerà sulla creazione di nuove imprese connesse al settore del turismo rurale, con specifico riferimento ad attività funzionali al rafforzamento e completamento dell’offerta dell’area GAL. In particolare, il GAL sosterrà l’avvio delle seguenti attività:

  • fornitura di servizi al turista: si citano, a titolo indicativo l’organizzazione di trasporti interni, la fornitura di servizi di accompagnamento turistico (anche rivolti nello specifico a persone disabili), l’organizzazione di attività outdoor, servizi legati al benessere;
  • attività ricettive funzionali alla fruizione degli itinerari e della ristorazione, prioritariamente se collocate in Comuni dell’area GAL in cui l’offerta risulta carente sotto il profilo quantitativo.

Il Consiglio di Amministrazione del GAL Montagne Biellesi, con delibera del 31 marzo 2021, preso atto della situazione eccezionale causata dall’emergenza pandemica da COVID 19, ha deciso di concedere la possibilità di richiedere un’ulteriore proroga ai beneficiari per un periodo massimo di 6 mesi a decorrere dal giorno successivo alla scadenza per la realizzazione degli interventi minimi definiti dal presente bando.

La richiesta di proroga deve essere presentata all’Ente istruttore almeno 10 giorni prima della scadenza del termine per la realizzazione degli investimenti, esclusivamente tramite il portale SIAP: non saranno accettate richieste di proroga trasmesse in modalità diversa. Il tecnico istruttore della domanda di sostegno istruisce la richiesta di proroga e formula una proposta al Responsabile del procedimento. Quest'ultimo può concedere o non concedere la proroga comunicando in entrambi i casi, con nota scritta, la decisione al beneficiario.

La richiesta di proroga sospende il termine di scadenza per la realizzazione degli investimenti, fino all’emanazione del provvedimento di concessione o meno da parte del GAL.

 

 

Beneficiari